Giulianova: ieri è stata inaugurata la nuova Pinacoteca Bindi

Rosaria Mencarelli, la Sovrintendente del Ministero dei Beni Culturali, ha definito la Pinacoteca Bindi “un faro” per l’intero Abruzzo.

di Carmine Granato

 

II 18 luglio 2021, in Corso Garibaldi, a Giulianova, in Abruzzo, apre al pubblico la Pinacoteca civica “Vincenzo Bindi”, dopo 17 anni di lavori, alla presenza del sindaco Jwan Costantini, l’assessore alla Cultura Paolo Giorgini, la giunta comunale, il direttore tecnico-scientifico del Polo museale Sirio Maria Pomante.

La  Soprintendente, Rosaria Mencarelli, ha definito la realtà di casa Bindi un “faro” per l’intero  Abruzzo. Le stanze appena inaugurate rappresentano infatti la prima realtà museale concepita, in Abruzzo, con concetti e criteri all’avanguardia, specie per quanto riguarda le modalità di allestimento e la successiva fruizione che da qui ad ottobre vedrà la realizzazione di strumenti guida digitali per un museo compelsso come quello di una dimora storica.

Il nucleo principale di opere è quello della Scuola di Posillipo, collezionata grazie al matrimonio con la figlia del pittore Gonsalvo Carelli, con quadri di Anton Sminck van Pitloo, Giacinto Gigante, Teodoro Duclère, Consalvo Carelli e Raffaele Carelli.

A queste opere si aggiungono quadri di artisti abruzzesi come Pasquale Celommi, Filippo Palizzi, Nicola Palizzi, Giuseppe Bonolis, Teofilo Patini, Raffaello Pagliaccetti, Gennaro Della Monica e Francesco Paolo Michetti.

Altre opere sono attribuite a Domenico Morelli, Vincenzo Gemito, Francesco Solimena, Jusepe de Ribera, Pompeo Batoni, Valerico Laccetti e Vincenzo Camuccini.

Il Museo è visitabile dal lunedì al venerdì, dalle 17.00 alle 22.00, il sabato e la domenica dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 17.00 alle 22.30 con il biglietto unico del Polo Museale.