L’odore delle città

Parma al profumo di tiglio di Cesira  Calda caldissima giornata di giugno. Ma passarci di fianco e non entrarci è impossibile.   Il grande viale alberato da cui puoi accedere verso tutte le strade del centro è l’unico luogo possibile di sosta. Non faccio in tempo ad aprire la portiera del camper che un profumo … Leggi tutto L’odore delle città

Raccontare il silenzio…

“Il silenzio, spesso, è l’unico vero atto linguistico”. (cit.) Il recinto del silenzio. di Cesira Un tonfo sordo accelerò, all’improvviso, i battiti del suo cuore già stanco … gote rosse, fischi nelle orecchie, accelerazione…. accelerazione.. Angelina, ormai Angy per tutti, famiglia compresa, accostò l’auto al margine della strada che la portava al Big Market di … Leggi tutto Raccontare il silenzio…

Ritorno a Villa Adela

di Lucio Paolo Raineri La salita, dopo settant’anni, è la stessa, ripida, difficoltosa al passo. Ora è asfaltata. Papà, slacciata la cintura dei pantaloni, la lega alla parte posteriore dell’automobilina e frena l’abbrivio della mia discesa. Una parete di verde mi porta al cancello. “Villa Adela”, un’insegna di marmo nuovo. Ancora mi stona quel nome, … Leggi tutto Ritorno a Villa Adela

AVANA – HEMINGWAY A CUBA

di Lucio Paiolo Raineri “ Questa è la terrazza dove Hemingway veniva a bere i suoi numerosi moijto, quando abitava in questo Hotel, l’Ambos Mundos d’Avana. Aveva una camera al piano di sotto”. Andrès, la giovane guida del Cubatour, muscoli neri e maglietta giallo canarino, è laureato in ingegneria, “ ma si guadagna di più … Leggi tutto AVANA – HEMINGWAY A CUBA

La Principessa e … Grace

di Cesira All’uscita del Museo oceanografico, dopo aver percorso qualche strada laterale, mi appare, sulla destra, il Palazzo del Principe. Lo avevo visto nelle guide, nei filmati, lo conoscevo come immagine, come icona. Ora che ce l’ho davanti, però, lo vedo più fortezza, come realmente era stata realizzata dai genovesi, spiega la guida, nel 1215, … Leggi tutto La Principessa e … Grace

Un viaggio particolare: Bologna-Lugano, andata e ritorno

Ovvero, del sentirsi inadeguati… di Angela Lonardo Sofia, la moglie di Renato s’era spenta a causa di un male terribile, la famiglia frantumata come un fragile cristallo. Renato non riusciva a riprendere in mano la propria vita. Il giornale comprato e mai letto, la polvere che faceva da padrona nella stanza invasa da cianfrusaglie e … Leggi tutto Un viaggio particolare: Bologna-Lugano, andata e ritorno