Campi di lavanda

Se perdessi la memoria…

di Cesira

… so già che da qualche intricato nascondiglio della mente del cuore della pelle … tra il midollo delle ossa o… fate voi, riemergerebbe qualcosa di azzurro.

Azzurro Provenza.

Se questo colore ti è entrato, una volta dentro, sarà tuo per sempre.

Potrà sbiadire, potrà mescolarsi ad altri azzurri di mare, di cielo, di dipinti, di volte e pareti, di porte e persiane, di essenze e saponi, di sciarpe e foulards… sempre di Provenza.

Ma sarà lui, l’Azzurro della lavanda, a prevalere e a contenere gli altri azzurri.

È l’archetipo. E gli archetipi sopravvivono alla memoria.

E allora, eccomi a passeggiare tra i campi di lavanda di Moustier Sainte Marie, o tra quelli di Saint Remy de Provence… eccomi tra le pareti e sotto le volte stellate del monastero di Saint Michel de FrigoletTra scorci di strade, aperture sui porti…

Tra scorci di poesia…. il mio amato Jaufré Rudel e il suo amor de lonh, l’amore lontano. I suoi versi straordinari, delicati, malinconici. 

 

Eccomi pronta a mettere a fuoco tanti azzurri.

A narrarne, volta per volta.

Saint Tropez
Vicoli colorati a Saint Tropez
Tarascone
Gli azzurri della volta del monastero di Saint Michel de Frigolet, Tarascona.

 

Vauclise
Le acque della Vaucluse, dove soggiornò il Petrarca.